Tweet and Travel

25 Agosto 2021

, , ,

La Guardia, Isola del Giglio

La dolce vita. In una delle perle blu dell'Arcipelago Toscano. Tra gite in barca, tramonti mozzafiato e cene di pesce.

Vivere i ritmi lenti di una piccola isola del Mar Tirreno a La Guardia Hotel. Un’eco-struttura fronte mare in cui sperimentare i piaceri della dolce vita. Materiali naturali si affiancano a tonalità calde per rendere il contatto con l’ambiente ancora più stretto.

La Guardia Hotel Isola del Giglio Toscana

Cosa fare. Passeggiare tra i vigneti estremi. Tuffarsi nelle acque turchesi premiate con il riconoscimento delle 5 vele da Legambiente per 10 anni consecutivi. Perdersi tra i vicoli di Giglio Castello, l'unico borgo medioevale italiano circondato da mura su un'isola. Scoprire le calette più nascoste con un tour in barca. E ancora: windsurf, kayak e snorkeling in riva al mare e immersioni subacquee tra coralli, praterie di posidonia e distese di gorgonie.

Suite con vista mare. La Guardia. Così si chiama l’hotel. Per richiamare il fatto che si trova all’ingresso del porto. Luogo ideale per monitorare il mare e la navigazione. «Dalla nostra terrazza ci si sente un po’ di vedetta sui mari dell’Arcipelago Toscano» racconta Flaminia Pérez del Castillo, Owner & General Manager di La Guardia Hotel.

Ritmi lenti e contatto stretto con la natura. Anche nel design. Legno, pietra, cemento. «Superfici autentiche e imperfette, ma di grande bellezza, proprio come quelle dell’isola che ci ospita» spiega Flaminia. «I mobili, ad esempio, sono realizzati in legno partendo da alcune essenze della Maremma». Ho chiesto a Flaminia Pérez del Castillo di raccontarmi qualche curiosità in più.


Come descriveresti l’hotel La Guardia?

La Guardia è un design hotel che propone un lusso informale, un luogo essenziale ma curato dove riconnettersi con la natura e ritmi più lenti. Ed è proprio quello che cercavamo mio marito ed io quando decidemmo di lasciare Roma e le nostre agenzie di pubblicità per tuffarci in questa avventura.

Un po’ di storia

Costruito nel 1956 sulle tracce di un’antica cava di granito di epoca romana, sopra la spiaggia dello Scalettino, l’hotel La Guardia domina il porto dell’isola. Audrey Hepburn passò di qui negli anni Cinquanta, come molti altri protagonisti della dolce vita. Nel 2012 l’hotel diventò centro operativo per soccorrere la nave da crociera Concordia che naufragò lì di fronte. Mio marito ed io lo acquistammo e trasformammo in un buen retiro mediterraneo nel 2019.

Vi definite un eco-hotel, in che modo l'hotel contribuisce alla salvaguardia del Pianeta? 

Cerchiamo di ridurre il nostro impatto sull’ambiente con azioni concrete: abolizione della plastica monouso, utilizzo solo di carta riciclata, acqua calda ottenuta da pannelli solari, cibo da fornitori locali, possibilmente biologici. Promuoviamo inoltre la mobilità sostenibile, incentivando l’uso delle biciclette elettriche e le escursioni a piedi.


Qual è la filosofia in cucina? 

Il nostro ristorante esplora e ripropone la cultura gastronomica delle isole minori del Mediterraneo. La cucina isolana, sia essa italiana, greca o spagnola, ha tanti elementi in comune e si basa sulla semplicità delle ricette (una necessità, se si considera la difficoltà a reperire le provviste), privilegiando il pesce locale e gli ortaggi di stagione. La nostra cantina offre oltre 50 etichette provenienti dalle isole: Salina, Ischia, Capri, Elba, Giglio ma anche Ibiza o Santorini, sempre piccole produzioni realizzate a mano e per questo definite “eroiche”. Un viaggio nel viaggio.

10 cose da non perdere sull’Isola del Giglio

  1. Nuotare nelle acque turchesi della spiaggia delle Cannelle.
  2. Camminare dalle Cannelle fino alla spiaggia delle Caldane, autentica e selvaggia.
  3. Un tuffo tra le dolci scogliere della spiaggia Arenella.
  4. Una cena di pesce sul porto a La Vecchia Pergola.  
  5. Ricette tipiche al ristorante Da Maria, Giglio Castello.
  6. Trekking fino al Faro di Capel Rosso.
  7. Praticare yoga fronte mare sulla terrazza dell’Hotel La Guardia.
  8. Spostarsi in e-bike.
  9. Degustare il vino della cantina Senti Oh.
  10. Un tour in barca alla scoperta delle calette più nascoste, come Cala della Torricella e Cala del Corvo.

www.laguardiahotel.it

Follow my travel tips:
INSTAGRAM @slowlivinghideaway

La Guardia Hotel Isola del Giglio Toscana

Antonella Machet

JOURNALIST and STORYTELLER - Sono una giornalista e creo contenuti per siti web, social media e materiali promozionali. Mi piace raccontare storie con le parole, ma anche cogliere atmosfere magiche con la macchina fotografica.
https://slowlivinghideaway.com/2021/08/25/la-guardia-hotel-isola-del-giglio-toscana/La Guardia, Isola del Giglio
  • Condividi:

No comments

Tweet and Travel

Iscriviti alla newsletter per accedere alla Slow Living Hideaway Map.
accedi ora
© 2021 Slow Living Hideaway - Privacy Policy - Brand & Web Design Miel Café Design - Illustrator Dalit Pessach
crossmenuchevron-down